Please enable JS

Progetti

Itinerant playroom

Playstations and mobile phones are turned off, brains and hands are turned on! The "Itinerant Playroom" is an event that every year fills the garden of the Salento Bike Cafè with entirely hand-built games, in a shared space where "children of all ages and heights from 0 to 99 years" can participate.
   The spirit of the initiative is explained by its creator, Valerio Bonsegna: "Play creates an 'other' space where everyone can give up their social role - in which adults are often confined - and rediscover the inner child."

Quiedoraw

For over a year we hosted the Quiedoraw project in the Bike Cafè, created by Francesco Baffa, osteopath and functional movement teacher (Feldenkrais, acrobatics, acroyoga, climbing) and Giuseppe Palamà, graduate in Motor Sciences and Personal trainer.
   The project combines the practice of high-performance physical activity in a playful and inclusive way, with a natural diet.
   To do this, it uses the recovery of traditional methods integrated with current scientific knowledge.

Alimentazione

Sustainability in nutrition is essential for the reduction of greenhouse gases, therefore to contain climate change.
   Having products from all over the world available, regardless of seasonality, is one of the major causes of pollution in the globalized world.
   For this reason, inside the Salento Bike Cafè we offer almost exclusively products from local and seasonal farms.
   The Mediterranean diet, a UNESCO World Heritage, guides our choices.

upcycling

The Salento Bike Cafè is the "Center for slow mobility" of the project "S.A.C - Salento di Mare e di Pietre", an aggregation of 14 municipalities that have joined together to enhance their environmental and cultural heritage.
   The space was created thanks to the recovery of an old building, which for many decades hosted the “Stajano summer camp”, a place where local children went to take summer holidays (for free! this was welfare in the seventies).

Solidarity

Salento Bici Tour mainly deals with sustainable and active tourism.
   We welcome people from all over the world to our land and proudly show them the beauties that are there.
   However, as the news remind us every day, not all people have the right to travel and move freely around the world.
   We are close to all those who deal with migrants, refugees and asylum seekers.

Bicycle highway
At the bottom of the heel of Italy there is a coastal road leading from the town of Otranto to the town of Santa Maria di Leuca.
   A 60 km route, overlooking the sea, from which - in the days of north wind - it is possible to see mountains of Albania and the first Greek island.
   Our customers cross it and are amazed: along the way there is a succession of small bays, caves, villages, noble villas and peasant architectures.
   Our dream is to transform this road into a long cycle path: "The bicycle highway".
il sac

We believe that no destination can really be a good destination for cycle tourism if its territory is not bike friendly.
   For it to be so, it is necessary, among other things, that the locals use the bicycle as a means of daily transportation and that they are put in the conditions to do so.

Things we share

Salento in summer is full of patronal feasts, festivals, concerts.
   Most people reach these events by car, often creating huge traffic jams – even because the host villages/cities are not prepared to welcome the thousands of people who sometimes attend.
   In the summer of 2012, we organized a series of bike rides to allow people to reach the events a few hours earlier and discover the surrounding area by bike. A sort of "smart arrival" to avoid traffic and get to know the area better.

lecce pedala

Salento Bici Tour is one of the founders and one of the most active members of Lecce Pedala: a network of associations, citizens, businesses that are involved in making the city of Lecce more cycle-friendly and making it more liveable for those who live and work in and for those who visits it.
   The network was born during the first lockdown - in 2020 - and has continued to work in the following months, until today.

Cycling in Matino

Matino is a suggestive medieval village, where small streets climb between two rocky canals, called “the Universe” and “the Real”. Miraculously remained intact over the years, the city consists of a network of narrow streets and alleys, which in winter served as shelter from the cold wind that comes from the Balkans and in summer offer relief from the African heat.

Thanks to the mobility programs of the European Union, we have organized various activities that have allowed us to meet, host and work in contact with many European peers.
With some of them we shared small projects, with others more intense periods of collaboration.
In 2013 we organized "RIDE IT", a project in which we hosted 30 young people for a week, in a campsite in Santa Maria di Leuca. Numerous activities were organized during the project to promote an active and healthy lifestyle.

erasmus giovani imprenditori
Since 2016 we have been participating in the "Erasmus for young entrepreneurs" program, funded by the European Union, and which aims to spread the culture of business among the young people of the continent. In our case, social enterprise.
    The people hosted have the opportunity to study our organization model closely, in order to be able to replicate it in their home country.
Internal Training

Training has always been, and continues to be, a crucial point for Salento Bici Tour: we believe that the best way to learn is by “doing” and, above all, we believe in never stop learning.
    With this spirit we try to work on ourselves, as individuals, as professionals and as a team, to carry out a project that we feel is constantly evolving.
We cultivate "a mind that does not know", carrying on the attitude of the beginner even after years of work.

compensazione emissioni

Bicycle trips are carbon neutral. It is used the strength of one's legs to travel and does not pollute in any way.
    However, nothing is as it seems: during our trips we use motor vehicles (natural gas) to transport luggage and most of our customers reach Puglia by plane. They are contradictions we are aware of and which we have to deal with.
We try to push our customers to use more sustainable means to reach our region (the train, first of all). But sometimes this is not possible, for reasons of cost or - more often - of time.

cicloattivi

Work with schools is of fundamental importance, because it is only from a new awareness of the younger generations that we can face the problems that the present poses to us, especially on the issues of environmental sustainability and climate change.
    We participated in an initiative of the Regional Mobility Department for the creation of educational courses on sustainable mobility in high schools of Apulia.

erbe spontanee

“Paparine”, “zanguni", “lapazzi”, “cicoreddhe”, “sprusciani”... these are just some of the dozens of edible wild herbs that grow in Salento and that were an important part of the local diet in the past. In ancient times these herbs were also used for medicinal purposes.
    Even today, if you walk in the countryside between October and April, it is not uncommon to see people (almost all elderly) who - armed with a knife and a plastic bag - collect wild herbs.
Traditional dishes that use these ingredients are still very popular today.

A occhi chiusi

An accessible tourism experience - conceived in collaboration with Michela Bidetti, designer expert in accessibility - aimed at sighted and blind people to discover the wonders of Puglia from another perspective and in a sustainable way.
    During “with eyes closed” excursions, we provide tandems, rickshaws and bicycles for participants to slowly cross the landscape. To the ride could also participate "able-bodied", but will be blindfolded during the stops.

itaca

Awarded by the UN World Tourism Organization for excellence and innovation in tourism: IT.A.CÀ,  is a festival on Responsible Tourism, born a few years ago in Bologna and which has now spread throughout Italy with numerous stages in each region.During the festival, itineraries on foot and by bicycle, workshops, seminars, laboratories, exhibitions, concerts are organized, "to launch an idea of ​​tourism that is more ethical and respectful of the environment and of those who live in it, to

riciclettate

The Apulian countryside, unfortunately, is full of waste. As an organization that deals with incoming tourism we should not say it or write it: don't wash your dirty linen in public!
But Salento Bici Tour is not just a Tour Operator and we take the responsibility of offering tourists not a postcard image, but a true photograph of our territory.

A occhi chiusi

Un'esperienza di turismo accessibile - concepita in collaborazione con Michela Bidetti, designer esperta in accessibilità - rivolta a persone vedenti e non vedenti per scoprire le meraviglie della Puglia da un'altra prospettiva e in maniera sostenibile. Durante le escursioni “a occhi chiusi”, mettiamo a disposizione dei partecipanti tandem, risciò e biciclette per attraversare lentamente il paesaggio.

Solidarietà
Salento Bici Tour si occupa prevalentemente di turismo sostenibile e attivo. Accogliamo nella nostra terra persone provenienti da tutto il mondo e orgogliosamente mostriamo loro le bellezze che vi sono.
   Tuttavia, come le cronache ci ricordano quotidianamente, non tutte le persone hanno il diritto di viaggiare e spostarsi liberamente nel mondo.
   Siamo vicini a tutti coloro che si occupano dei migranti, rifugiati e richiedenti asilo.
Ludoteca itinerante

Si spengono le playstation e i cellulari, si accendono i cervelli e le mani! La "Ludoteca Itinerante" è un evento che ogni anno riempie il giardino del Salento Bike Cafè di giochi interamente costruiti a mano, in uno spazio condiviso dove possono partecipare “bambini di tutte le età e altezze da 0 a 99 anni”.

Quiedoraw

Per oltre un anno abbiamo ospitato all’interno del Bike Cafè il progetto Qui ed Oraw, creato da Francesco Baffa, osteopata e insegnante di movimento funzionale (Feldenkrais, equilibrismo, acroyoga, arrampicata) e Giuseppe Palamà, laureato in Scienze Motorie e Personal trainer.
    Il progetto coniuga la pratica di attività fisica ad alto rendimento, ludica ed inclusiva, con un’ alimentazione viva e naturale. Per farlo si avvale del recupero di metodi tradizionali integrati con le attuali conoscenze scientifiche.

Alimentazione

La sostenibilità nell’alimentazione è fondamentale per la riduzione dei gas a effetto serra, dunque per frenare il cambiamento climatico. Avere a disposizione prodotti provenienti da ogni parte del mondo, e indipendentemente dalla stagionalità, è una delle maggiori cause di inquinamento nel mondo globalizzato.
    Per questa ragione all’interno del Salento Bike Cafè offriamo quasi esclusivamente prodotti provenienti da aziende agricole locali e di stagione.

upcycling

Il Salento Bike Cafè è il "Centro per la mobilità lenta" del "S.A.C - Salento di mare e di pietre", un'aggregazione di 14 Comuni che si sono uniti per valorizzare i loro beni ambientali e culturali. Lo spazio nasce grazie al recupero di un vecchio edificio, che per molti decenni ha ospitato la “colonia estiva Stajano”, un luogo dove i bambini del posto andavano a fare (gratuitamente! Questo era il welfare negli anni settanta) le vacanze estive.

cicloattivi

Il lavoro nelle scuole è di fondamentale importanza, perché è solo da una nuova consapevolezza delle giovani generazioni che si possono affrontare i problemi che il presente ci pone, specialmente sui temi della sostenibilità ambientale e del cambio climatico.

formazione interna

La formazione è sempre stata, e continua ad essere, un nodo cruciale per Salento Bici Tour: crediamo che il miglior modo di imparare sia “facendo” e, soprattutto, che non si smetta mai di imparare. Con questo spirito cerchiamo di lavorare su noi stessi, come individui, come professionisti e come squadra, per portare avanti un progetto che sentiamo in costante evoluzione.

erasmus giovani imprenditori

Partecipiamo dal 2016 al programma “Erasmus per giovani imprenditori”, finanziato dall’Unione Europea, e che mira a diffondere la cultura dell’impresa tra i giovani del continente. Nel nostro caso impresa sociale.

itaca

    Premiato dall’Organizzazione Mondiale del turismo dell’ONU per l‘eccellenza e l’innovazione nel turismo: IT.A.CÀ , è un festival sul Turismo Responsabile, nato qualche anno fa a Bologna e che ormai si è diffuso in tutta Italia con numerose tappe in ogni regione.

compensazione emissioni

    I viaggi in bicicletta sono a emissioni zero. Si utilizza la forza delle proprie gambe per viaggiare e non s’inquina in nessun modo. Tuttavia niente è come sembra: durante i nostri viaggi utilizziamo dei mezzi a motore (a metano) per il trasporto dei bagagli e la maggior parte dei nostri clienti raggiunge la Puglia in aereo. Sono delle contraddizioni delle quali siamo consci e con le quali dobbiamo fare i conti. Cerchiamo di spingere i nostri clienti a utilizzare mezzi più sostenibili per raggiungere la nostra regione (il treno, innanzitutto).

pedali a matino

lecce pedala

Salento Bici Tour è tra i fondatori e tra i membri più attivi di Lecce Pedala: una rete di associazioni, cittadini, imprese che si occupa di rendere più ciclabile la città di Lecce e di renderla più vivibile per chi ci abita, chi ci lavora e chi la visita.
    La rete è nata durante il primo lockdown - nel 2020 -  e ha continuato a lavorare nei mesi successivi, fino ad oggi.

il sac

Crediamo che nessuna destinazione possa essere davvero una buona meta per il cicloturismo se il suo territorio non è bike friendly. Perché lo sia è necessario, tra le altre cose, che le persone del luogo utilizzino la bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano e che siano messe in condizioni per farlo.

le cose che abbiamo in comune

Il Salento in estate pullula di feste patronali, sagre, concerti.
   La maggior parte delle persone raggiunge questi eventi in automobile, spesso creando enormi ingorghi - anche perché i paesi che li ospitano non sono preparati ad accogliere le migliaia di persone che a volte vi partecipano.
   Nell’estate 2012 abbiamo organizzato una rassegna di passeggiate in bicicletta per permettere alle persone di raggiugere il luogo della festa qualche ora prima e scoprire in bicicletta il territorio circostante.

Grazie ai programmi di mobilità dell’Unione europea abbiamo organizzato diverse attività che ci hanno permesso di incontrare, ospitare e lavorare a contatto con tantissimi coetanei europei. Con alcuni di loro abbiamo condiviso piccoli progetti, con altri periodi di collaborazione e condivisioni più intensi.

autostrada delle biciclette
In fondo al tacco di Italia c’è una strada litoranea che porta dalla città di Otranto fino a Santa Maria di Leuca. Un percorso di 60 km, a picco sul mare, dal quale - nelle giornate di tramontana - è possibile scorgere montagne di Albania e della prima isola Greca. I nostri clienti la attraversano e ne rimangono meravigliati: lungo il cammino è un susseguirsi di piccole baie, grotte, villaggi, ville nobiliari e architetture contadine.
riciclettate

    Le campagne pugliesi, sfortunatamente, sono piene di rifiuti. Come organizzazione che si occupa di turismo incoming non dovremmo dirlo né scriverlo: i panni sporchi si lavano in famiglia! Ma Salento Bici Tour non è solo un Tour Operator e ci prendiamo la responsabilità di offrire ai turisti non un’immagine da cartolina, ma una fotografia vera del nostro territorio. L’abbandono indiscriminato dei rifiuti è un fenomeno a un tempo semplice e complesso.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam,

erbe spontanee

    Paparine, zanguni, lapazzi, cicoreddhe, sprusciani… sono solo alcune delle decine di erbe spontanee commestibili che crescono nel Salento e che erano una parte importante della dieta locale nel passato. Anticamente queste erbe venivano utilizzate anche a scopi medicinali.

itaca

    Premiato dall’Organizzazione Mondiale del turismo dell’ONU per l‘eccellenza e l’innovazione nel turismo: IT.A.CÀ , è un festival sul Turismo Responsabile, nato qualche anno fa a Bologna e che ormai si è diffuso in tutta Italia con numerose tappe in ogni regione.

compensazione emissioni

    I viaggi in bicicletta sono a emissioni zero. Si utilizza la forza delle proprie gambe per viaggiare e non s’inquina in nessun modo. Tuttavia niente è come sembra: durante i nostri viaggi utilizziamo dei mezzi a motore (a metano) per il trasporto dei bagagli e la maggior parte dei nostri clienti raggiunge la Puglia in aereo. Sono delle contraddizioni delle quali siamo consci e con le quali dobbiamo fare i conti. Cerchiamo di spingere i nostri clienti a utilizzare mezzi più sostenibili per raggiungere la nostra regione (il treno, innanzitutto).

riciclettate

    Le campagne pugliesi, sfortunatamente, sono piene di rifiuti. Come organizzazione che si occupa di turismo incoming non dovremmo dirlo né scriverlo: i panni sporchi si lavano in famiglia! Ma Salento Bici Tour non è solo un Tour Operator e ci prendiamo la responsabilità di offrire ai turisti non un’immagine da cartolina, ma una fotografia vera del nostro territorio. L’abbandono indiscriminato dei rifiuti è un fenomeno a un tempo semplice e complesso.

erbe spontanee

    Paparine, zanguni, lapazzi, cicoreddhe, sprusciani… sono solo alcune delle decine di erbe spontanee commestibili che crescono nel Salento e che erano una parte importante della dieta locale nel passato. Anticamente queste erbe venivano utilizzate anche a scopi medicinali.

Ludoteca itinerante

Si spengono le playstation e i cellulari, si accendono i cervelli e le mani! La "Ludoteca Itinerante" è un evento che ogni anno riempie il giardino del Salento Bike Cafè di giochi interamente costruiti a mano, in uno spazio condiviso dove possono partecipare “bambini di tutte le età e altezze da 0 a 99 anni”.

Quiedoraw

Per oltre un anno abbiamo ospitato all’interno del Bike Cafè il progetto Qui ed Oraw, creato da Francesco Baffa, osteopata e insegnante di movimento funzionale (Feldenkrais, equilibrismo, acroyoga, arrampicata) e Giuseppe Palamà, laureato in Scienze Motorie e Personal trainer.
    Il progetto coniuga la pratica di attività fisica ad alto rendimento, ludica ed inclusiva, con un’ alimentazione viva e naturale. Per farlo si avvale del recupero di metodi tradizionali integrati con le attuali conoscenze scientifiche.

Alimentazione

La sostenibilità nell’alimentazione è fondamentale per la riduzione dei gas a effetto serra, dunque per frenare il cambiamento climatico. Avere a disposizione prodotti provenienti da ogni parte del mondo, e indipendentemente dalla stagionalità, è una delle maggiori cause di inquinamento nel mondo globalizzato.
    Per questa ragione all’interno del Salento Bike Cafè offriamo quasi esclusivamente prodotti provenienti da aziende agricole locali e di stagione.

upcycling

Il Salento Bike Cafè è il "Centro per la mobilità lenta" del "S.A.C - Salento di mare e di pietre", un'aggregazione di 14 Comuni che si sono uniti per valorizzare i loro beni ambientali e culturali. Lo spazio nasce grazie al recupero di un vecchio edificio, che per molti decenni ha ospitato la “colonia estiva Stajano”, un luogo dove i bambini del posto andavano a fare (gratuitamente! Questo era il welfare negli anni settanta) le vacanze estive.

cicloattivi

Il lavoro nelle scuole è di fondamentale importanza, perché è solo da una nuova consapevolezza delle giovani generazioni che si possono affrontare i problemi che il presente ci pone, specialmente sui temi della sostenibilità ambientale e del cambio climatico.

formazione interna

La formazione è sempre stata, e continua ad essere, un nodo cruciale per Salento Bici Tour: crediamo che il miglior modo di imparare sia “facendo” e, soprattutto, che non si smetta mai di imparare. Con questo spirito cerchiamo di lavorare su noi stessi, come individui, come professionisti e come squadra, per portare avanti un progetto che sentiamo in costante evoluzione.

erasmus giovani imprenditori

Partecipiamo dal 2016 al programma “Erasmus per giovani imprenditori”, finanziato dall’Unione Europea, e che mira a diffondere la cultura dell’impresa tra i giovani del continente. Nel nostro caso impresa sociale.

Grazie ai programmi di mobilità dell’Unione europea abbiamo organizzato diverse attività che ci hanno permesso di incontrare, ospitare e lavorare a contatto con tantissimi coetanei europei. Con alcuni di loro abbiamo condiviso piccoli progetti, con altri periodi di collaborazione e condivisioni più intensi.

pedali a matino

lecce pedala

Salento Bici Tour è tra i fondatori e tra i membri più attivi di Lecce Pedala: una rete di associazioni, cittadini, imprese che si occupa di rendere più ciclabile la città di Lecce e di renderla più vivibile per chi ci abita, chi ci lavora e chi la visita.
    La rete è nata durante il primo lockdown - nel 2020 -  e ha continuato a lavorare nei mesi successivi, fino ad oggi.

il sac

Crediamo che nessuna destinazione possa essere davvero una buona meta per il cicloturismo se il suo territorio non è bike friendly. Perché lo sia è necessario, tra le altre cose, che le persone del luogo utilizzino la bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano e che siano messe in condizioni per farlo.

le cose che abbiamo in comune

Il Salento in estate pullula di feste patronali, sagre, concerti.
   La maggior parte delle persone raggiunge questi eventi in automobile, spesso creando enormi ingorghi - anche perché i paesi che li ospitano non sono preparati ad accogliere le migliaia di persone che a volte vi partecipano.
   Nell’estate 2012 abbiamo organizzato una rassegna di passeggiate in bicicletta per permettere alle persone di raggiugere il luogo della festa qualche ora prima e scoprire in bicicletta il territorio circostante.

autostrada delle biciclette
In fondo al tacco di Italia c’è una strada litoranea che porta dalla città di Otranto fino a Santa Maria di Leuca. Un percorso di 60 km, a picco sul mare, dal quale - nelle giornate di tramontana - è possibile scorgere montagne di Albania e della prima isola Greca. I nostri clienti la attraversano e ne rimangono meravigliati: lungo il cammino è un susseguirsi di piccole baie, grotte, villaggi, ville nobiliari e architetture contadine.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam,

 

 

Salento Bici Tour promuove progetti culturali e formativi nel Salento in collaborazione con istituzioni locali (scuole, amministrazioni pubbliche), associazioni locali ed internazionali, imprese agricole e artigiane virtuose che condividano con noi principi e valori legati al tema dello sviluppo sostenibile.
I temi di cui ci occupiamo maggiormente sono:
 
  • mobilità sostenibile
  • ambiente
  • formazione
 
MOBILITA’ SOSTENIBILE
 
Salento Bici Tour promuove la bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano e come mezzo di viaggio e di esplorazione nel salento ed in Puglia. Collabora con le pubbliche amministrazione per i piani urbani sulla ciclabilità.
 
 
MENTE LOCALE – Matino a Pedali express
Iniziativa promossa dall’Assessorato Regionale alla Mobilità per la rivitalizzazione delle stazioni delle ferrovie Sud Est. Salento Bici Tour, in continuazione con Matino a Pedali, darà vita alla stazione di Matino e, in partenariato con altre associazioni del territorio realizzerà una serie di iniziative per la valorizzazione del territorio, la promozione di un turismo slow, la mobilità sostenibile e l’inclusione sociale.
Realizzazione: in corso
 
AUTOSTRADA DELLE BICICLETTE
Campagna di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza ed alle istituzioni locali per la fruizione lenta di alcune delle nostre aree paesaggistiche più importanti e rilevanti da un punto di vista naturalistico. Il 22 Giugno 2013 la costa Otranto-Leuca si è trasformata in una carovana di biciclette ed è stata istituita temporaneamente una  “zona 30”. Iniziativa realizzata in collaborazione con Provincia di Lecce, UISP - comitato di Lecce, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Coop. Terrarossa, Coop. Terra, Coop. Ulisside, Legambiente Capo di Leuca, Protezione Civile.  
 
IL CICLOTURISMO NEL SAC “Salento di Mare e di Pietre”
Salento Bici Tour sta contribuendo alla realizzazione di una rete ciclabile che mette in comunicazione tutti i beni culturali presenti nell’area del SAC (Gallipoli, Alliste, Racale, Felline, Tuglie, Neviano, Seclì, Matino, Parabita, Taviano, Alezio, Sannicola, Melissano e Collepasso).
 
PIANO URBANO DELLA CICLABILITA’
Lavora in collaborazione con amministrazioni locali per la progettazione partecipata di piani della ciclabilità urbana come da legge regionale n. 1 del 23 gennaio 2013 sulla mobilità ciclistica.
 
 
AMBIENTE
 
Salento Bici tour promuove iniziative rivolte ai cittadini per la salvaguardia dei nostri paesaggi, la riscoperta della saggezza contadina con i suoi saperi preziosi, la cura delle nostre campagne e delle sue bellezze.
 
RICICLETTATE
Escursioni di mezza giornata o di una giornata intera rivolte a bambini e ragazzi per sensibilizzare alla salvaguardia delle nostre campagne, al riuso e riciclo dei rifiuti, in generale alla sostenibilità ambientale. Alla classica passeggiata per le nostre campagne abbiniamo de momenti di analisi delle criticità del paesaggi, raccolte di rifiuti in modo differenziato e laboratori sul riuso creativo del rifiuti. Su richiesta.
 
 
 
FORMAZIONE
 
Salento Bici Tour promuove dei programmi educativi per ragazzi dalle scuole superiori in poi. Promuove il programma europeo Erasmus + (ex Gioventù in Azione) utilizzando prevalentemente metodi di educazione non formale.
 
CICLOATTIVISCUOLE@
Iniziativa dell’Assessorato Regionale alla Mobilità per la realizzazione di percorsi di educazione alla mobilità sostenibile nelle scuole superiori di Puglia. Il progetto promosso da Salento Bici Tour coinvolge il professionale “Bottazzi” sede di Racale, ITC “De Viti De Marco” ed il Liceo Classico “Dante Alighieri” di Casarano. Gli studenti partecipano alla realizzazione di un itinerario/gita scolastica in bicicletta per coetanei studenti che vengono da fuori per ammirare le nostre bellezze paesaggistiche, storiche e culturali, in particolare quelle nascoste nell’entroterra e raggiungibili in bicicletta. Realizzazione: in corso.
 
PROGRAMMA EUROPEO ERAMSUS +
Salento Bici Tour collabora con organizzazioni europee giovanili per promuovere la educazione delle giovani generazioni a stili di vita salutari e attivi e a intraprendere percorsi di imprenditorialità sostenibile.
 
Progetti europei coordinati da SBT: “Ride It”: un’attività di costruzione di partnership che ha coinvolto 6 paesi europei sullo stile di vita delle giovani generazioni e l’educazione attraverso attività all’aria aperta – Programma Gioventù in Azione
 
Progetti europei di cui siamo Partner:
-       Training course about Sustainable development, Asha Centre Uk – Ottobre 2011
-       Seminar about sustainable development, Asha Centre Uk – September 2012
-       Training course Empowering U2 Lead UTh, Swizterland – November 2012
-       Training course Empowering U2 Lead Uth, Ireland – July 2012
-       Training course about Well Being, Asha Centre UK – September 2013
-       SPOTME “Sport Tourism Mobility in Europe” , programma Leonardo
-       Seminar of European Trainers, Salamanca, Spain March 2014