Otranto, il balcone sull'Oriente

Siamo nel punto più a est d'Italia. Nelle giornate di tramontana, all'orizzonte,  si scorgono le montagne dell'Albania e delle Isole Greche... su questo balcone si affaccia il borgo di Otranto: i vicoletti bianchi, il castello, la cattedrale e il suo mosaico - enciclopedia del medioevo. Nell'entroterra, tra le campagne, ulivi secolari e monumenti preistorici, giardini nascosti,  antiche masserie - dove  la tradizione vive  ancora nella produzione di squisiti formaggi o splendidi tessuti..

Febbraio 21, 2014

GIORNO 1

Risaliamo la valle dell’Idro e passiamo dalla cripta di Sant'Angelo, uno dei tanti luoghi di culto di epoca bizantina scavati nella roccia friabile del Salento. Da qui proseguiamo verso Casamassella e ci fermiamo alla Fondazione Le Costantine, centro dedito alla tessitura tradizionale con telai antichi. Raggiungiamo poi Giurdignano, dove si concentrano numerosi dolmen e menhir, testimonianze ancestrali della presenza umana sul territorio. Tappa successiva a "La Cutura", un sorprendente giardino botanico. Pranzo al sacco consigliato presso l''antico forno Caroppo di Specchia Gallone. Nel pomeriggio sosta a Porto Badisco e se la stagione lo permette, un bagno rinfrescante. Di ritorno verso Otranto, sulla splendida litoranea che ospita il Parco Otranto-Leuca, avremo modo di scorgere il faro di punta Palascìa, estremo orientale d'Italia, e un singolare laghetto affiorato in una cava di bauxite abbandonata.
 
GIORNO 2 
 
Dopo una visita a piedi nel centro di Otranto (il castello, la cattedrale  - con il suo sorprendente mosaico pavimentale -  e la chiesetta bizantina di S. Pietro - con i suoi suggestivi affreschi). A metà mattinata si parte in bici alla volta dei laghi Alimini, zona umida di notevole interesse naturalistico. Consumato il pranzo al sacco ci dirigiamo verso la masseria Torcito (che risale al XII secolo), per visitare l'antica struttura e fare una passeggiata nel parco che la circonda.  Lungo la via del ritorno visiteremo il piccolo centro abitato di Cannole, sede di una della famosa "sagra della municcheddha",  ed il santuario di Montevergine a Palmariggi.

145 euro

- 2 pernottamenti in b&b a Otranto, con colazione;
- 1 Cena in ristorante tipico
- 1 degustazione di formaggi;
- ingresso al giardino botanico "La Cutura"
- affitto bici 
- mappe GPS, con itinerari
- assicurazione Rc.

Questa escursione è possibile farla ogni fine settimana

(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
(If you're a human, don't change the following field)
Your first name.
CAPTCHA
Questa domanda è per verificare che non vi siano inserimenti di spam.
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri mostrati in figura.
* dati obbligatori
Giugno 15, 2012