I germogli del nostro cycling cafè

"petra su petra azza u parite" 
 
Dopo 4 giorni di duro lavoro si è concluso ieri 27 maggio il  “Workshop di auto-costruzione” per l'allestimento della Ex Colonia Stajano a Lido Conchiglie, organizzato in collaborazione con Laboratorio Linfa. 

Ci hanno raggiunto decine di persone - provenienti anche da altre parti d’Italia - e abbiamo realizzato l'allestimento di quello che sarà il primo Cycling Café della nostra regione. Grazie per lo splendido lavoro a "Laboratorio Linfa", un'associazione di designer, architetti, fotografi che che si occupa di "progettazione sostenibile", seguendo principi ecologici ed etici. 
Per realizzare gli arredi del nuovo "cycling cafè" sono stati utilizzati esclusivamente materiali recuperati, attraverso la tecnica dell'Upcycling (cioè ridare vita a un materiale in disuso, convertendolo addirittura in qualcosa di ‘migliore’  di quello che era, come ad esempio si può fare ottenendo un tavolo a partire da un bancale). I lavori sono andati avanti fino a tarda notte, anche con mezzi di fortuna, per permettere di terminare quanto progettato. Non si fermavano più!
 
Non ci aspettavamo tanta partecipazione, decine di persone che con le maniche rimboccate  ci hanno dato una mano a riempire questo luogo che era abbandonato da più di trent'anni. La passione, la competenza e l'energia di un gruppo di giovani che per tanti giorni si ritrovano in uno spazio pubblico a costruire qualcosa ha molto da insegnare, a tutti.  Dimostra che i ragazzi se coinvolti in progetti in linea con il loro modo di pensare (ecologia, condivisione, creatività) sono in grado di dare molto.
Grazie a tutti per la voglia, l'impegno, la competenza, la passione, i sorrisi, le mani, i piedi e il cuore! Vi aspettiamo presto, tutti!

ALTRE INFORMAZIONI SUL PROGETTO
La Ex Colonia Stajano a Lido conchiglie è stata affidata nelle scorse settimane a una compagine di aziende e associazioni, guidate dal tour operator I Slow You e dall’associazione Salento Bici Tour, perché diventi il Centro per la Mobilità Lenta del SAC "Salento di Mare e di Pietre”. 
 
Il SAC è un’unione di 15 Comuni (comune capofila Sannicola) che hanno deciso di collegare i loro beni ambientali e culturali (parchi, chiese rurali, musei, teatri, castelli, palazzi) attraverso una rete di itinerari ciclabili che si dipana tra i borghi e le campagne circostanti, sfruttando la viabilità secondaria.  

 
La ex-Colonia Stajano -  posta nel Sito di Importanza Comunitaria (area SIC) “Rupi di San Mauro” - si propone di diventare così lo snodo principale per la mobilità lenta del Salento, offrendo servizi legati alla bicicletta e non solo: organizzazione di percorsi ed escursioni, noleggio bici, ciclo-officina, punto di partenza per altre attività (trekking, barca a vela, kayak, arrampicata, passeggiate a cavallo)

 
Per fare ciò si aprirà un Cycling Cafè. Di cosa si tratta? E’ un luogo dove si può consumare un frullato o una birra e nel frattempo riparare la propria bicicletta, gonfiare le ruote, trovando tutti servizi che può richiedere chi usa le due ruote per viaggiare o come mezzo di locomozione quotidiano. Un punto di arrivo e di partenza, dunque, dove prendere un caffè, mangiare un panino a km0, rilassarsi, fare sport, leggere un libro stesi sull'amaca,  ascoltare un po' di buona musica, prenotare un’escursione a cavallo o in barca a vela. 

 
Altri punti di assistenza e informazione ai ciclisti, secondo il progetto, saranno allestiti ad Alliste (nella frazione di Felline), a Seclì e a Racale (a Torre Suda). 

 
Vogliamo che questo luogo sia vissuto dai locali e dai turisti, diventando un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono stare lontani dalle grandi orde del turismo e del consumo di massa e che credono che occorra darsi uno sguardo intorno, ascoltare la Terra, per uscire fuori da quella che chiamano 'crisi’ e che noi crediamo invece che sia soprattutto una grande occasione per rivedere i nostri stili di vita e costruire un mondo più giusto, più pulito e più consapevole del limite
(foto di Antonio Lucà)
 
Maggio 28, 2015