Please enable JS

Otranto

Itinerario
L’entroterra Otrantino è forse la parte meglio conservata del Salento. Risalendo la valle dell’Idro, si visita un’antica cripta bizantina (dove è possibile ammirare degl affreschi fatti dai monaci greci) per poi sostare presso la Fondazione “le Costantine” dove si pratica l’arte della tessitura tradizionale.
Si attraversa  quindi il “giardino megalitico” di Giurdignano, costellato di Dolmen e Menhir – monumenti di origine preistorica che nascondono misteri e leggende. Il menhir “San Paolo”, alla periferia del paese, ci ricorda la storia delle “tarantate”, donne che la credenza popolare voleva essere state pizzicate da un ragno (la Taranta) e che venivano curate attraverso la musica (la “pizzica Pizzica”).
 
Pranzo degustazione presso uno dei migliori forni della provincial, a Specchia Gallone, dove Donato – agricoltore prima e panettiere poi – allieta gli ospiti con la musica, il cibo e discorsi di economia e politica, con un punto di vista molto particolare. Dopo pranzo si visita il forno e l’annessa masseria didattica. 
 
Nel primo pomeriggio si raggiunge Porto Badisco, secondo la leggenda “approdo di Enea” (l’ultimo sopravvissuto della città di Troia) e che ospita uno dei siti archeologici più importanti d’Europa: la grotta dei cervi (anche detta “la cappella sistina della preistoria”). La grotta è inaccessibile, per ragioni di sicurezza, ma possiamo vedere delle interessanti riproduzioni degli antichissimi murales nel “Bar da Carlo”, famoso peraltro per il suo ottimo caffè in ghiaccio con latte di mandorla e – nella stagione giusta – per i ricci di mare.
 
Rientro a Otranto verso il tramonto, percorrendo uno dei tratti più belli di litoranea, con visita al faro di punta Palascìa (punto più a Est d’Italia, dal quale se siamo fortunati possiamo scorgere le montagne dell’Albania)  e al laghetto di bauxite.
Possibile degustazine finale di vino.

Le nostre bici

Tour autogudato

Travel stories

From our blog

C’è chi la vita la prende con velocità e chi con calma; chi va a fare la spesa al supermercato e chi preferisce i prodotti artigianali e di qualità; chi mangia molto e male, e chi poco e bene. 

Il duo "Pedalò" torna a calcare le scene del Salento Bike Cafè e promette spettacolo! 

Anche se le scuole di danza chiudono, la sala del Bike Cafè lascia le sue porte (e soprattutto la sua terrazza) aperte al Tango! 

Davide Berardi è un cantautore tarantino, residente a Milano, attualmente in tour con il suo 3° album, "Fuochi e Fate". 

Ciccio Zabini, è stato uno dei fondatori di Salento Bici Tour (il progetto da cui è nato, un anno fa, il Salento Bike Cafè).

Leone Marco Bartolo è un cantautore siciliano ed un interprete di musica popolare, nonché appassionato cultore del dialetto della sua terra.

Pagine

Racconti di viaggio

Dal nostro blog

Fosse per noi lo inviteremmo a suonare ogni settimana. Purtroppo si concede al bike cafè solo 3-4 volte l'anno, ma gli vogliamo bene lo stesso. 

E' questo il titolo di un laboratorio dedicato ai bambini da 6 a 13 anni che si tiene tutti i sabati al Salento Bike Cafè.

Parte intorno alle 19.00 l'aperitivo del Salento Bike Cafè - con la presentazione della guida "Salento a KM0", in compagnia di Francesca Casaluci e Tommaso Faggiano.

Pagine

I Ciclopi Srl
Via Palmieri, 32

73100 Lecce
P.IVA 04622810754
Iscriviti alla newsletter
 
1 Start 2 Complete
CAPTCHA
Questa domanda è per verificare che non vi siano inserimenti di spam.
8 + 1 =
Risolvi questa semplice operazione matematica ed inserisci il risultato. Es. per 1+3 inserisci 4.